BAIANO. Scotto e “Forse un giorno ti dirò di si!”: “Un sogno che si avvera”

La faccia dell’emozione ma anche quella della tensione che ti accompagna nelle grandi occasioni: è questo Francesco Scotto nel giorno della presentazione del progetto cinematografico Forse un giorno ti dirò di si!. Lo scetticismo, se proprio c’è stato, è stato sconfitto con abbondante anticipo sia dalla Fg Pictures che ha sposato il suo lavoro; sia dalla presenza di amici e appassionati che hanno gremito un auditorium ben oltre le previsioni. Un momento professionale decisamente elevato per Scotto, un appuntamento di grande prestigio in cui emerge un grande senso di appartenenza e passionalità al territorio che gli ha dato i natali, che non ha mai voluto abbandonare, e che si sta sforzando di portare alla ribalta nazionale con un lavoro che sembra destinato a produrre finalmente i frutti sperati.

Con “Forse un giorno ti dirò di si!” probabilmente Scotto vivrà una tappa fondamentale del suo percorso professionale dopo che si autodefinisce “Un sudista convinto. I problemi della mia terra li affronto e con la Fg Pictures mi sto battendo a lungo per cercare di non girare il film altrove”. Nella sceneggiatura della pellicola cinematografica da lui curata c’è praticamente di tutto. “Faccio quello che so fare e che ho sempre fatto…”, afferma Scotto con sapienza e responsabilità all’inizio del suo intervento provando ad allontanare quel velo di emozione e di numerosi complimenti che gli sono pervenuti.

Lo sceneggiatore della pellicola cinematografica non perde nemmeno quel filo di umiltà che dovrebbe contraddistinguere tutti gli uomini quando ricorda che “tutto il percorso che ci ha portati fino a questo momento che oggi stiamo vivendo è condiviso con un folle gruppo di amici che sono propri qui e con altri che è come se fossero ancora qui…”.

Scotto, dunque, è pronto a materializzare il suo sogno. “Ho sempre pensato ad un film da divulgare sul territorio nazionale che parta dal Mandamento Baianese. Rispetto al passato il sogno è fattibile perché oggi c’è quello che non c’era prima: la struttura produttiva che ha creduto nel nostro lavoro. Il film – ricorda in conclusione – è un investimento per tutta la comunità”.

Annunci

Pubblicato il 27 febbraio 2014, in Cinema con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: